Erasmus per giovani imprenditori – l’Europa che fa impresa

Sempre lui, Erasmus! Tra le sue infinite declinazioni (se vi siete persi le puntate precedenti, trovate qui Erasmus Placement e qui Erasmus+) oggi vi parliamo di “Erasmus per giovani imprenditori”.

Il principio alla base del programma è sempre lo stesso: mobilità internazionale per favorire lo scambio e l’integrazione delle competenze. In questo caso, il target sono imprenditori affermati o aspiranti tali: i primi possono sia ospitare un altro imprenditore (o aspirante tale) o essere ospitati; i secondi, essere ospitati da un’azienda in qualsiasi parte d’Europa per un periodo di tirocinio e affiancamento.

In un’immagine, ecco qui

Confronto come crescita

Fare impresa al giorno d’oggi non significa più soltanto avere una buona idea e metterla in pratica: significa anche confrontarsi con un mercato globale, sapere come usare le nuove tecnologie per il business development, significa trovare investitori e altre opportunità di finanziamento.

Il programma permette di affrontare queste sfide a livello Europeo: immaginate come un periodo in cui si è ospiti di un’azienda all’estero, magari affermata in uno specifico settore, potrebbe significare considerare la propria attività sotto nuovi punti di vista, collaborare con partner stranieri, informarsi circa nuovi mercati, creare reti e contatti utili per migliorare il proprio business.

D’altra parte, per un’impresa già operante, significa contaminarsi di idee nuove, utilizzare il know-how e le competenze giovanili per modificare o incrementare determinati settori di attività, instaurare nuove collaborazioni.

Tutto dipende dalle intenzioni e dal fine ultimo con il quale si partecipa: come tutti i programmi Europei, è uno strumento che se utilizzato bene rappresenta infinite possibilità di crescita personale e professionale per chi lo utilizza.

Come partecipare

Tutte le informazioni sono presenti sul sito http://www.erasmus-entrepreneurs.eu/ , dove vi sono sia le sezioni con le info specifiche per imprenditori ed aspiranti tali. Una volta iscritti, il sistema mette in contatto gli utenti proponendo una serie di match, grazie anche all’ausilio delle organizzazioni intermediarie: il punto di riferimento per il Sud Italia è MateraHub. Una volta scelto il partner, si concluderà l’accordo e inizierà il periodo di hosting.

Considerando che tutte le informazioni pratiche per partecipare sono esposte in maniera semplice, completa e dettagliata sul sito, se volete prendere parte al programma vi diamo qui qualche consiglio per trarre il massimo da questa esperienza.

Se siete aspiranti imprenditori: leggete bene il programma e analizzate le sue finalità in relazione a quelle che sono le vostre esigenze: avete bisogno di una figura esperta che vi indichi le strategie per proseguire nel vostro business?  Pensate di calcolare il periodo di hosting come propedeutico alla fase di lancio della vostra attività imprenditoriale o come consolidamento/espansione della rete di contatti e/o del business già avviato? In sostanza, è necessario che sappiate perché state andando lì e con quali obiettivi specifici. Forse, alla fine, vi renderete conto che non fa per voi, che magari è altro quello di cui avete bisogno. Infine, organizzate il vostro business plan: servirà a dimostrare all’azienda ospitante che avete un’idea chiara di quello che volete fare, e aiuterà il match.

Il discorso è lo stesso se siete invece un’impresa ospitante: qual è la necessità di ospitare un giovane imprenditore? Ho bisogno di lui per far crescere il mio business, per espandere i miei contatti etc…? Ospitare una persona fargli fare fotocopie è davvero una perdita di tempo, nonché uno spreco di risorse, economiche, umane e materiali. Inoltre, considerate bene le candidature: potrebbe essere che dall’altra parte ci sia un bontempone che vuol partire solo per “una vacanza”, ma anche che ci sia un giovane seriamente intenzionato a dare il massimo per questa esperienza, che ha competenze e talento da vendere. Quindi non siate frettolosi nel giudicare una candidatura ed un possibile match, prendetevi del tempo e conoscete bene la persona che state andando ad ospitare.

Come accade gran parte delle volte che si cerca di spiegare un programma Europeo, le parole a volte non sono di grande aiuto, perché sono esperienze che bisogna vivere in prima persona.

Concludiamo quindi questo approfondimento con un video che racconta alcune storie di chi ha partecipato al Programma, e l’ha concluso con successo

 

Buon Erasmus a tutti!

StaffErasmus per giovani imprenditori – l’Europa che fa impresa